INCONTRI 2014 (2)

 GLI INCONTRI  

CALLOFDUTYCOME SI PROMUOVE UN VIDEOGIOCO?
Incontro con ROBERTO SEMPREBENE

AUDITORIUM - MONASTERO DEI BENEDETTINI
MERCOLEDÌ 24 SETTEMBRE – ORE 16.00

Forse il nostro tempo passerà alla Storia come il tempo dell’immagine. Ogni giorno, in ogni momento, siamo inondati da milioni d’immagini. Una delle principali fonti di queste immagini sono i cosiddetti videogiochi. I videogiochi sono entrati nella nostra vita al punto tale da influenzare a volte anche la nostra immaginazione, il nostro modo di leggere il reale e il nostro linguaggio. Se molti sono gli aspetti che differenziano i videogiochi dal cinema, è innegabile che i due linguaggi presentino affinità. Entrambi, ad esempio, usano il trailer come strumento di promozione. La complessità e la qualità realizzativa di tanti trailer per videogiochi è ormai perfettamente equiparabile a quella dei trailer cinematografici. Ma quali sono esattamente le caratteristiche di un trailer per un videogioco? E come si struttura la promozione di un videogioco? Quali sono le peculiarità che distinguono questa comunicazione rispetto alle altre? E, se ci sono, quali sono le differenze tra il trailer di un videogioco e il trailer di un film?

Dottore di Ricerca in “Scienze del Testo” presso l’Università di Siena, Roberto Semprebene è laurato con lode in “Comunicazione politica, economica e istituzionale” presso l’Università Luiss Guido Carli di Roma, dove è cultore della materia per la cattedra di “Semiologia del Cinema e degli Audiovisivi”. Lavora presso l’Ufficio Marketing di Filmauro Srl ed è caporedattore della sezione “Videogiochi” di Four Magazine.



Miro GrisantiC’ERA UNA VOLTA IL PROSSIMAMENTE

Incontro con MIRO GRISANTI e FABIO MICOLANO

AUDITORIUM - MONASTERO DEI BENEDETTINI
GIOVEDÌ 25 SETTEMBRE – ORE 12.00

Nel corso degli anni, il linguaggio del cinema ha seguito l’evolversi dei costumi. Particolarmente soggetti a questo continuo e fluido cambiamento sono i trailer, che hanno come compito primo quello di attrarre gli spettatori e proprio per questo devono per forza seguire i mutamenti della società. TRAILERS FILMFEST intende osservare come il linguaggio del trailer sia cambiato nel tempo incontrando due persone che, pur appartenendo a generazioni diverse, hanno in questo un punto di vista privilegiato: da un lato un professionista – Miro Grisanti – che, realizzando trailer da anni, ha attraversato stagioni diversissime del cinema e della società italiani, dall’altro un giovane regista – Fabio Micolano - che ha voluto raccontare proprio il linguaggio dei trailer con il documentario C’era una volta il prossimamente.


Miro Grisanti ha iniziato a realizzare trailer cinematografici negli anni Sessanta. Visconti, Pasolini, Ferreri sono solo alcuni dei registi per i cui film ha realizzato i “prossimamente”, in un’attività che ha attraversato quasi tutti i generi cinematografici, dall’horror al film d’autore, dalla commedia al film drammatico dallo spaghetti western al cosiddetto “cinepanettone”.

Fabio Micolano è regista e autore. Nel 2014, dopo quattro anni di ricerche e interviste, realizza il documentario C’era una volta il prossimamente, un documentario dedicato al trailer cinematografico.



ISCRIVITI AL TRAILERSLAB