GLI INCONTRI  

CALLOFDUTYCOME SI PROMUOVE UN VIDEOGIOCO?
Incontro con ROBERTO SEMPREBENE

AUDITORIUM - MONASTERO DEI BENEDETTINI
MERCOLEDÌ 24 SETTEMBRE – ORE 16.00

Forse il nostro tempo passerà alla Storia come il tempo dell’immagine. Ogni giorno, in ogni momento, siamo inondati da milioni d’immagini. Una delle principali fonti di queste immagini sono i cosiddetti videogiochi. I videogiochi sono entrati nella nostra vita al punto tale da influenzare a volte anche la nostra immaginazione, il nostro modo di leggere il reale e il nostro linguaggio. Se molti sono gli aspetti che differenziano i videogiochi dal cinema, è innegabile che i due linguaggi presentino affinità. Entrambi, ad esempio, usano il trailer come strumento di promozione. La complessità e la qualità realizzativa di tanti trailer per videogiochi è ormai perfettamente equiparabile a quella dei trailer cinematografici. Ma quali sono esattamente le caratteristiche di un trailer per un videogioco? E come si struttura la promozione di un videogioco? Quali sono le peculiarità che distinguono questa comunicazione rispetto alle altre? E, se ci sono, quali sono le differenze tra il trailer di un videogioco e il trailer di un film?

Dottore di Ricerca in “Scienze del Testo” presso l’Università di Siena, Roberto Semprebene è laurato con lode in “Comunicazione politica, economica e istituzionale” presso l’Università Luiss Guido Carli di Roma, dove è cultore della materia per la cattedra di “Semiologia del Cinema e degli Audiovisivi”. Lavora presso l’Ufficio Marketing di Filmauro Srl ed è caporedattore della sezione “Videogiochi” di Four Magazine.



Miro GrisantiC’ERA UNA VOLTA IL PROSSIMAMENTE

Incontro con MIRO GRISANTI e FABIO MICOLANO

AUDITORIUM - MONASTERO DEI BENEDETTINI
GIOVEDÌ 25 SETTEMBRE – ORE 12.00

Nel corso degli anni, il linguaggio del cinema ha seguito l’evolversi dei costumi. Particolarmente soggetti a questo continuo e fluido cambiamento sono i trailer, che hanno come compito primo quello di attrarre gli spettatori e proprio per questo devono per forza seguire i mutamenti della società. TRAILERS FILMFEST intende osservare come il linguaggio del trailer sia cambiato nel tempo incontrando due persone che, pur appartenendo a generazioni diverse, hanno in questo un punto di vista privilegiato: da un lato un professionista – Miro Grisanti – che, realizzando trailer da anni, ha attraversato stagioni diversissime del cinema e della società italiani, dall’altro un giovane regista – Fabio Micolano - che ha voluto raccontare proprio il linguaggio dei trailer con il documentario C’era una volta il prossimamente.


Miro Grisanti ha iniziato a realizzare trailer cinematografici negli anni Sessanta. Visconti, Pasolini, Ferreri sono solo alcuni dei registi per i cui film ha realizzato i “prossimamente”, in un’attività che ha attraversato quasi tutti i generi cinematografici, dall’horror al film d’autore, dalla commedia al film drammatico dallo spaghetti western al cosiddetto “cinepanettone”.

Fabio Micolano è regista e autore. Nel 2014, dopo quattro anni di ricerche e interviste, realizza il documentario C’era una volta il prossimamente, un documentario dedicato al trailer cinematografico.


smetto-quando-voglio-locandina-lowLA CAMPAGNA PROMOZIONALE DI SMETTO QUANDO VOGLIO
INCONTRO CON GIANLUCA PIGNATARO, FEDERICO MAURO E CARLO RODOMONTI

AUDITORIUM - MONASTERO DEI BENEDETTINI
VENERDÌ 26 SETTEMBRE – ORE 10.00

Smetto quando voglio è un film che racconta di un gruppo di ricercatori universitari che cercano di uscire dalle difficoltà economiche, lavorative e di vita inventandosi una nuova droga chimica da immettere sul mercato. Un film i cui colori acidi sembrano fare riferimento proprio al mondo allucinatorio delle smart drugs. Un film la cui campagna promozionale sembra giocare da un lato con i contenuti del film, dall’altra con le abitudini di “spaccio” cinematografico del mercato. Una frase ammiccante apparsa sul web invitava a scaricarsi tutto il film prima ancora della sua uscita in sala. Quindi un richiamo alla pirateria e a tutto ciò che d’invitante ci può essere in questo comportamento. In realtà, per chi decideva di assecondare l’invito, il film veniva sì scaricato, ma a una velocità talmente accelerata, un ritmo talmente allucinatorio, da renderne impossibile la visione. Una campagna virale che è diventata essa stessa oggetto di culto per un film che ha ottenuto risultati notevoli. TRAILERS FILMFEST propone un incontro con i responsabili della promozione di Smetto quando voglio per comprendere che cosa ha portato alla definizione di una campagna che si è rivelata così efficace.

Gianluca Pignataro è Direttore Marketing e Commerciale presso Fandango. In passato ha svolto il ruolo di
Direttore Marketing presso Cecchi Gori.

Federico Mauro è Art Director di Fandango e si è occupato di comunicazione integrata per società come 01
Distribution, Universal Pictures Italia, Warner Bros. Italia e tante altre.

Carlo Rodomonti ha ricoperto il ruolo di Marketing Manager per Medusa e di Theatrical Marketing Manager
per 01 Distribution. Attualmente è Responsabile del settore Marketing presso 01Distribution.



Miglior-Pitch-TrailerLPREMIO CONCORSO PITCH TRAILER LA DISTRIBUZIONE INDIPENDENTE
Incontro con la giuria. Intervengono Massimo Cristaldi, Thomas Bertacche, Luciano De Simone, Matteo Forcella, Federica Pierattelli, Roberto Proia, Damiano Ricci.

AUDITORIUM - MONASTERO DEI BENEDETTINI
VENERDÌ 26 SETTEMBRE – ORE 15.00

Il “Pitch Trailer” è il trailer di un film che ancora non esiste. Quindi un trailer che non serve a promuovere una pellicola di prossima uscita, bensì a presentare un’idea a quanti potrebbero sostenerla. Come già nella scorsa edizione del festival, uno dei venti pitch trailer in concorso è stato scelto dagli utenti del canale Youtube “ILTRAILERSFILMFEST”. A decretare il vincitore sarà, come sempre, una giuria di esperti che indicherà il progetto a suo parere più interessante da sviluppare. L’incontro tra i componenti della giuria e coloro che hanno partecipato al concorso sarà l’occasione per capire i criteri con cui un’idea e un progetto possono essere valutati. Sarà, però, anche il momento in cui i partecipanti avranno la possibilità di incontrare operatori del settore come produttori e distributori e illustrare al meglio i loro progetti, verificarne la funzionalità, vagliare se apportare modifiche o rielaborare idee. Raccogliere magari suggerimenti  he potranno essere preziosi per il loro futuro.

GIURIA PITCH TRAILER 2014

MASSIMO CRISTALDI – Cristaldi Pictures – Presidente
THOMAS BERTACCHE – CEO Tucker Film
LUCIANO DE SIMONE – Direttore marketing Filmauro
MATTEO FORCELLA – Direttore marketing Ambi Pictures
FEDERICA PIERATTELLI – General Manager Universal Publishing Production Music Italy
ROBERTO PROIA – General Manager Notorious Pictures
DAMIANO RICCI – Direttore marketing Bim Distribuzione


distribuzione-indipendenteLA DISTRIBUZIONE INDIPENDENTE
Incontro con GIOVANNI COSTANTINO

AUDITORIUM - MONASTERO DEI BENEDETTINI
VENERDÌ 26 SETTEMBRE – ORE 17.00

Quando parliamo di distribuzione cinematografica, facciamo riferimento a una realtà molto variegata. Ci sono grandi aziende che mettono in atto strategie che presuppongono, ad esempio, un numero cospicuo di sale, grandi investimenti pubblicitari per fare sì che l’incasso dei primi giorni sia considerevole e, soprattutto, puntano a quei prodotti che per contenuti, linguaggio e forma si rivolgono a un pubblico più largo possibile. Ci sono, però, anche film che non hanno queste caratteristiche. Non per questo, però, non hanno un loro pubblico. Magari si tratta di un pubblico a cui si può arrivare percorrendo strade diverse, ad esempio una permanenza più lunga nel tempo anche se in un numero inferiore di sale,  comprendendo con questo termine anche realtà come i circuiti d’essai. Ma cosa significa esattamente oggi, nel nostro paese, puntare a questo tipo di distribuzione? E che significato può avere questa scelta in una società che sembra andare in una direzione completamente diversa? TRAILERS FILMFEST vuole approfondire l’argomento con Giovanni Costantino, responsabile di una delle case che di questa impostazione ha fatto la sua caratteristica principale, Distribuzione Indipendente.

Giovanni Costantino è presidente di Distribuzione Indipendente, una realtà nata nel 2011 e che viene definita “non una semplice casa di distribuzione, ma un progetto atipico e dinamico, che ha creato da zero nuovi spazi e nuovi metodi per la circuitazione delle opere cinematografiche”. Distribuzione Indipendente, nata nel 2011, ha distribuito più di 35 opere su tutto il territorio nazionale. 





ISCRIVITI AL TRAILERSLAB